Rivalsa da accertamento e split payment

di Simona FicolaStudio Legale Tributario Santacroce Procida Fruscione

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 75/E/2016, ha chiarito quale sia la corretta modalita’ per applicare il diritto alla rivalsa nel caso di un cliente che operi in regime di scissione dei pagamenti. In ossequio al principio di neutralita’, sul quale si base l’intero sistema Iva, nella considerazione che un soggetto passivo non puo’, in alcun caso, restare inciso dal tributo, neppure in presenza di contestazioni in sede di controllo, al contribuente e’garantito il diritto di esercitare la rivalsa a condizione di aver effettivamente pagato all’Erario l’imposta accertata, le sanzioni e gli interessi. Di conseguenza, l’Iva relativa all’accertamento a seguito dell’avvenuto pagamento delle somme dovute, in deroga alle ordinarie disposizioni in materia di split payment, potra’ essere addebitata in via di rivalsa, ai sensi dell’articolo 60, comma 7, del DPR 633/1972, anche in presenza di soggetti per i quali ordinariamente trovano applicazione le regole della scissione dei pagamenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *