Circolare MISE sulle novità del Decreto Sviluppo circa l’iscrizione degli atti al Registro delle Imprese

di Paola Cartolano (Studio Legale Lombardo & Associati)

Con la Circolare 3673/C del 19 settembre 2014 il Ministero dello Sviluppo Economico ha fornito chiarimenti ed indicazioni relative al’iscrizione degli atti al Registro delle imprese sulla base di atto pubblico o scrittura autenticata a seguito dell’entrata in vigore (1 settembre 2014) dell’art. 20, comma 7-bis del D.L. 24 giugno 2014 n. 91, convertito con la legge 11 agosto 2014, n. 116 (c.d. Decreto Sviluppo).

Ai sensi della riferita norma: “Al fine di facilitare e di accelerare ulteriormente le procedure finalizzate all’avvio delle attività economiche nonché le procedure di iscrizione nel registro delle imprese, rafforzando il grado di conoscibilità delle vicende relative all’attività dell’impresa, quando l’iscrizione è richiesta sulla base di un atto pubblico o di una scrittura privata autenticata, a decorrere dal primo giorno del mese successivo alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, il conservatore del registro procede all’iscrizione immediata dell’atto. L’accertamento delle condizioni richieste dalla legge per l’iscrizione rientra nella esclusiva responsabilità del pubblico ufficiale che ha ricevuto o autenticato l’atto. Resta ferma la cancellazione d’ufficio ai sensi dell’articolo 2191 del codice civile. La disposizione del presente comma non si applica alle società per azioni.”

Per consultare la  Circolare Ministero dello Sviluppo Economico 19 settembre 2014 n. 3673/C clicca qui: Circolare ministero dello sviluppo economico 19 settembre 2014 n. 3673-c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *